Enneatipo Sei
lo scettico leale - la funzione auto-difesa
L'enneatipo Sei è uno dei caratteri più complessi dell'enneagramma e si manifesta in comportamenti anche molto diversi fra loro. Insieme al Cinque ed al Sette fa parte dei caratteri dominati dalla diffidenza e dalla paura del contatto emotivo.
In particolare le persone con un carattere Sei utilizzano l'immaginazione come interfaccia con la realtà esterna. Nelle situazioni sociali diventano osservatori attenti degli altri, e sono intenti a notare ogni piccola variazione dell'espressione del volto, degli occhi e del tono della voce. Su queste variazioni costruiscono delle mappe relazionali fra le persone presenti fatte di intenzioni nascoste e potenzialmente pericolose per loro stessi.
La loro esperienza infantile parla di punizioni e violazioni del proprio spazio personale ricevute in modo imprevedibile e incostante. Per questo hanno perso fiducia nell'autorità gerarchica ed hanno instaurato con questa un rapporto ambivalente ed instabile.
Di fronte a questa confusione hanno imparato a difendersi cercando di intuire in anticipo le intenzioni pericolose degli altri, in modo da allontanarsi oppure attaccare, giocando d'anticipo per primi. Queste due modalità diverse di interazione con un potenziale pericolo, corripondono dell'enneatipo Sei di tipo fobico, che predilige la fuga come sistema di autodifesa, e di tipo controfobico, che al contrario, sempre per difendersi, assume comportamenti minacciosi e di sfida verso gli altri.
L'enneatipo Sei sposta la sua energia vitale nell'attività del pensiero: teme l'azione in quanto tramite di essa potrebbe accentrare su di sé le attenzioni e le invidie pericolose delle altre persone. Per procrastinare il più a lungo possibile le proprie azioni egli sabota le sue idee progettuali mettendole continuamente in dubbio. Le persone con carattere Sei sono abilissime nell'individuare i punti deboli di qualsiasi progetto, a ritardare l'azione fino a quando non avranno la certezza che tutto possa funzionare.
La sofferenza esistenziale dell'enneatipo Sei è generata da un bisogno continuo di protezione: essi ricercano il guru, il capo, l'istituzione sociale o religiosa, il partner fedele e leale, l'associazionismo etc., allo scopo di trovare un contenitore per la propria ansia. La difficoltà di trovare un riparo sicuro nell'altro è data dalla loro difficoltà a sopportare l'instabilità emotiva e la mancanza di equilibrio. Quando il rapporto con l'altro si intensifica riemerge in loro la paura, diventano sospettosi con l'autorità protettiva ed iniziano cercare le prove per allontanarsi o per diventare ostili e ribelli.
La passione di questo carattere è la paura e la sua virtù è rappresentata dal coraggio.
Il coraggio non è qualcosa che si ha o non si ha come erroneamente alcuni pensano. Non si è ad esempio persone coraggiose oppure persone vigliacche per natura. Il coraggio, al contrario, è una attitudine e si manifesta nel comportamento di sopportare l'emozione della paura. Un esempio è il guerriero che avanza verso il fronte nemico per difendere il proprio territorio nonostante abbia paura. Non a caso certe persone vengono ricordate come eroi ed a loro vengono innalzati monumenti a ricordo delle loro gesta. Ora, la virtù dell'enneatipo Sei non è quella di imbarcarsi in missioni eroiche, tratto tipico del carattere Sei controfobico, ma di avere il coraggio di entrare in contatto con la propria paura. Infatti, ciò che l'enneatipo Sei teme maggiormente è in realtà il riconoscimento e la realizzazione dei propri desideri nascosti.
Torna a Enneagramma
Home
Studio di Psicologia e Psicoterapia, Riflessologia Plantare e discipline bio naturali
Immagine gentilmente concessa da Ana Roldán - clicca qui per visitare il suo sito