Enneatipo Otto
il capo - la funzione possesso
L'enneatipo Otto è espressione di forza e di capacità di risolvere i problemi attraverso il conflitto. Insieme al tipo Uno e Nove, fa parte dei caratteri cosiddetti d'azione, che risolvono le difficoltà interne attraverso un comportamento pragmatico e deciso.
Le persone con un carattere Otto raccontano di una infanzia dura, durante la quale hanno sentito di dover perdere l'innocenza al fine di non soccombere alle invasioni ed alle prepotenze degli altri. Da qua nasce la loro disillusione nella possibilità di un mondo più equo e giusto, e la reazione di forza e di difesa.
Hanno sviluppato difese coriacee, sia dal punto di vista fisico che da quello psichico, e vivono l'esistenza come un campo di battaglia dove ogni comportamento finalizzato alla vittoria diventa lecito.
La fantasia che sorregge questo carattere è quella di credere che il più forte, ovvero colui che vincerà la battaglia, sarà quello che ha avuto ragione. Il concetto di giustizia e di comportamento etico viene stravolto e cambiato ogni volta, assecondandolo alle esigenze di cui hanno bisogno in un determinato momento.
Carattere incline alla vendetta, quando subisce una ingiustizia diventa un guerriero mai appagato fino a che non è riuscito a pareggiare i conti.
Il suo ruolo nella società si esprime al massimo nella funzione del capo. Accade spesso che gli enneatipo Otto sposino le cause dei movimenti sociali, diventandone i leader ed i trascinatori.
Hanno una grande capacità di sopportare sia il dolore fisico che quello emotivo. Il diniego per questa esperienza fisica ed emotiva diventa indispensabile alla vita all'interno di una battaglia. La passione compensatrice è la lussuria, ovvero la ricerca continua di iper-stimolazioni eccitanti che facciano da contrappeso ai dolori e alle sofferenze.
Il cibo, il sesso, le attività sportive ad elevato stress fisico diventano contenitori dove queste persone possono scaricare l'enorme quantità di energia di cui dispongono.
La specializzazione degli Otto è il possesso. La ricerca continua di controllo e dominio sugli altri esercitata con la forza.
La sofferenza esistenziale di questo carattere nasce dall'isolamento emotivo verso gli altri. Entare in contatto con emozioni di tenerezza e amore quando si è in battaglia diventa estremamente pericoloso. Queste persone lo sanno e compensano questa mancanza cercando nuovi territori da conquistare.
La virtù da praticare è la riscoperta dell'innocenza.
I caratteri Otto disprezzano gli altri e le loro debolezze. Non hanno rispetto e tendono a sopraffare quelle persone che non agiscono come loro. Questo modo di fare, teso nella loro fantasia a riequilibrare un'ingiustizia subita, nasconde una falsa pretesa di innocenza, ovvero la ricerca di un ordine sociale equo grazie al quale non saranno permesse ulteriori ingiustizie. Per gli Otto è arduo comprendere la possibilità che ci siano altre persone che rifiutano la violenza e lo scontro come possibilità d'incontro e di risoluzione.
Una innocenza virtuosa sarebbe quella di imparare a mettersi nei panni degli altri in modo da riconoscere le possibilità, i limiti e le risorse dei propri interlocutori. In questo modo possono entrare in contatto con la loro parte morbida ed emotiva, che può aiutarli a traghettare fuori dal loro mondo violento.
Torna a Enneagramma
Home
Studio di Psicologia e Psicoterapia, Riflessologia Plantare e discipline bio naturali
Immagine gentilmente concessa da Ana Roldán - clicca qui per visitare il suo sito